Home

Eventi da:

News Archivio

Fabrizio Celestini & Andrea Maia e ATI IL SISTINA

in collaborazione con Clear Channel

presentano

Massimo Ghini Serena Autieri

in

 

Musiche e canzoni Libretto Musiche e canzoni

Cole Porter Paul Blake Armando Trovajoli

Adattamento italiano del libretto Coreografìe di Direzione musicale

testi della canzoni originalidi C.P. adattamento delle canzoni

Jaia Fiastri Gino Landi Fabrizio Cardosa

Scene di Costumi di Regia di

Uberto Bertacca Silvia Frattolillo Pietro Garinei

 

con

Christian Ginepro -Laura di Mauro- Livia Alessi - Massimo Del Rio

I solisti

Erica Baldini - Gianluca Bessi- Cristian Bevilacqua - Valeria Brambilla

Heloise Fleur Chapman - Laurent Dalibert- Francesca De Luca

Fabio Fabbri - Alessandro Foglietta- Francesco Italiani - Antonino Leanza 

Nicola Mancini - Maria Mazan- Laurance Patrice  Giuseppina Pepe 

Anna Perillo - Carmen Serra - Francesca Speranza - Massimiliano Sellati

 Alessandro Urso

 

Per il secondo anno consecutivo arriva sulla scena teatrale italiana Vacanze Romane, la commedia musicale, ispirata al famoso film interpretato da Audrey Hepburn e Gregory Peck, ha fatto rivivere la magia della giovane Principessa Anna e del giornalista a caccia di scoop.

Questa versione italiana del musical di Cole Porter e Paul Blake è stata adattata in italiano da Jaja Fiastri con delle canzoni originali scritte appositamente da Armando Trovajoli (e i testi di Jaja Fiastri) e la regia di Pietro Garinei.

Uno spettacolo di grande magia che riproduce, attraverso le scene di Uberto Bertacca, i costumi di Silvia Frattolillo e le coreografie di Gino Landi, una Roma fatata dalle tinte pastello e la solarità di una città suggestiva. Così la storia prende vita durante una giornata particolare: un mercatino pieno di colori e di gente vivace, piazza di Spagna ricoperta di fiori, un caffè all’aperto del Pincio… e poi via, per tutta la città a bordo della famosissima Vespa.

Un amore impossibile, che sboccerà di fronte alla mitica Fontana di Trevi, famosa per esaudire i desideri di chi vi getta una moneta. Ma per la Principessa Anna e Gianni, l’affascinante giornalista romano, non c’è la possibilità di un futuro comune. Per lei il dovere della Corona, per lui la consapevolezza che l’amore è più importante di qualsiasi scoop. In ogni caso, il ricordo rimarrà indelebile per entrambi, insieme a quello di una splendida vacanza romana.

Il cast, che la scorsa edizione ha riscosso unanimi consensi vede Massimo Ghini nei panni del giornalista Gianni, un romano all’apparenza bullo ma dal cuore tenero. La giovane e ingenua principessa ha il volto dolce di Serena Autieri che dona spensieratezze e freschezza al suo personaggio. Accanto a loro completano il cast, oltre a 20 solisti, Christian Ginepro, il fotografo "socio di Gianni, e Laura Di Mauro, nei panni della cantante Francesca, una coppia esilarante capace di ritagliarsi un proprio spazio nello spettacolo. Infine Massimo Del Rio nel ruolo dello "scontroso" Direttore del giornale e Livia Alessi in quelli della Baronessa.

 

La Tournée

Dal 30 ottobre al 7 Novembrfe Teatro Rossetti TRIESTE

Dal 10 al 21 novembre Teatro Alfieri TORINO

Dal 25 novembre al 23 gennaio Teatro Sistina ROMA

Dal 25 al 30 gennaio Teatro Niccolò Piccinini BARI

Dal 2 al 6 febbraio Teatro Comunale F. Cilea REGGIO CALABRIA

Dall8 al 13 febbraio

Dal 15 al 17 Febbraio Teatro Lyrick ASSISI

Dal 19 al 27 febbraio Teatro Verdi FIRENZE

Dal 3 al 13 marzo Teatro delle Muse ANCONA

Dal 15 al 20 Marzo Europauditorium BOLOGNA

 

Rinnovare il Sogno

Vacanze Romane ha fatto sognare tre generazioni di spettatori in tutto il mondo, esistono ristoranti, profumi, linee di moda, viaggi organizzati e altri prodotti che sono stati battezzati con il nome di questo mitico film. Un particolare curioso, Vacanze Romane è stato identificato come il film culto per eccellenza dagli adolescenti in Giappone, dimostrando che per certi valori e per certi sogni non esistono limiti né di epoca, né di cultura.

La produzione di un musical affascinante nella sua sede originale è senz’altro la garanzia di uno straordinario successo che consegnerà definitivamente questo titolo alla storia dello spettacolo e finalmente un grande show adatto e godibile per tutte le età e tutte le tipologie di pubblico: dalle famiglie ai giovani, da chi ricorda con nostalgia il film a chi, magari, non lo ha neanche visto.

Per Roma un’occasione di riscoprire la bellezza di una storia del passato che si proietta, carica di nuove energie, nel futuro.

In conclusione l'augurio che noi tutti facciamo a Vacanze Romane è di un grandissimo successivo debutto a Londra e New York e viene, quindi, naturale dire: Arrivederci a Broadway!!!

Così la stampa

"Vacanze Romane" ha ricevuto un grande successo anche da parte della stampa nazionale che così si è espressa:

Alvise Sapori su "La Repubblica": "Fa ancora palpitare quest’amore in Vespa"e poi "…qui si da un gran risalto alle bellezze di Roma, magnificamente rappresentate nelle scenografie di Uberto Bertacca che la regia di Pietro Garinei muove in un vero e proprio caleidoscopio. Tre canzoni stupende di Cole Porter e bellissime musiche di Armando Trovatoli. La canzone "Scoop", affidata a uno scintillante Cristian Ginepro, ferma lo spettacolo; "Mi sembra di abitare in una favola" è una splendida interpretazione di Serena Autieri, cantante autorevole e attrice squisita, mentre Massimo Ghini canta molto bene le sue non facili canzoni e soprattutto riesce a far trionfare nel clamore della commedia musicale l’arte di recitare nei mezzi toni".

Su Il Messaggero Rita Sala scrive: "Scommessa vinta al Sistina per la trasposizione teatrale della favola di William Wyler. Il lavoro musicale di Armando Trovatoli e le scelte testuali di Fiastri sono le colonne portanti dello spettacolo" e ancora "Se la regia è la mano che anima e legittima tutte le componenti, due sono le architetture sulle quali poggia lo spettacolo. La prima: il lavoro musicale di Trovatoli, tale da fornire ossatura solida e unitaria all’intera opera senza negarsi lo sboccio di magnifiche canzoni, una delle quali "Ti presento Roma mia", certo destinata alla popolarità di Roma nun fa la stupida. Il secondo, le scelte testuali che apportano alcune modifiche al soggetto originale, che non depotenziano ma fanno appunto capitolina l’avventura d’amore. Poi i danzatori coreografi da Gino Landi. Infine le scelte scenografiche.

Maurizio Porro critico del Corriere della sera ha scritto: "Grazie alla congiunta abilità e furberia di due ragazzi ottantacinquenni come Garinei e Trovatoli Roma ha fatto innamorare e poi trionfare al Sistina Serena Autieri e Massimo Ghini. Ovvero la principessa in libera uscita e il cronista a caccia di scoop nel musical da Vacanze Romane" e " Uberto Bertacca che ha magicamente ricostruito panorami famosi, facendo scivolare la città eterna sui tapis roulant tra la meraviglia del pubblico" e infine "… divertente, fastoso ed elegante come si addice a un musical".

Nella recensione di Enrico Fiore de Il Mattino leggiamo: " Il risultato è uno spettacolo accurato e godibilissimo che adotta una trasposizione che sfocia in un autentico inno, affettuoso ed ironico insieme, alla Roma dell’immaginario collettivo multimediale".

Per Stefania Mottola de Il tempo: "Uno spettacolo di talento e freschezza che impressiona per l’imponenza della scenografia, curata da Uberto Bertacca. E’ una Roma ricca di colori. E’ una Roma che resta impressa nella magia dei ricordi" ed infine"…E’ teatro nella sua massima espressione".

 

Vuoi trovare l'assicurazione più conveniente per te? Non impazzire tra mille compagnie, visita www.6sicuro.it e confronta, scegli, acquista la tua polizza tra più di 15 compagnie!